BONUS Aree Verdi 2020

Il bonus verde introdotto dalla Legge di Bilancio 2020 è previsto per i lavori di ristrutturazione effettuati su giardini, terrazzi e aree verdi di abitazioni private e condomini.

L’importo dello sconto riconosciuto è pari ad una detrazione fiscale Irpef del 36% e per un massimo di 5.000 euro.

 

 

Confermato anche per il 2020 il bonus verde grazie al decreto Milleproroghe. Si tratta di una detrazione IRPEF del 36% delle spese documentate sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, comprese le pertinenze, le recinzioni, gli impianti di irrigazione, la realizzazione di pozzi, le coperture a verde e i giardini pensili. Danno diritto allo sconto gli interventi straordinari, cioè le opere che si inseriscono in un intervento relativo all’intero giardino o area interessata, e che portino alla sistemazione a verde ex novo o al rinnovamento dell’esistente. Sono, invece, esclusi gli interventi di manutenzione ordinaria annuale di giardini preesistenti, sia privati che condominiali, ed i lavori in economia, ossia eseguiti direttamente dal contribuente.

Come funziona

Il bonus verde consiste in una detrazione dall’IRPEF del 36% delle spese documentate sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, comprese le pertinenze, recinzioni, impianti di irrigazione, realizzazione di pozzi, coperture a verde e giardini pensili.
Sono agevolabili anche le spese di progettazione e manutenzione purché connesse a tali interventi.
La detrazione è riconosciuta ai contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi e ai familiari conviventi dei predetti possessori o detentori.
Lo sconto spetta anche per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali di cui agli articoli 1117 e 1117-bis del codice civile: in tale ipotesi, la detrazione compete al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Elenco spese ammesse in detrazione Irpef

La detrazione Irpef introdotta con il nuovo bonus aree verdi 2020 spetta in relazione alle seguenti tipologie di spese:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Il bonus verde spetta in relazione ai lavori svolti nel 2020 e alle relative spese di progettazione e manutenzione sia in edifici privati che in condomini.

Nel caso di lavori effettuati in parti comuni di edifici condominiali la detrazione fiscale del 36% è riconosciuta per un massimo di 5.000 euro per unità immobiliare presente, a condizione che l’importo della spesa sia stato effettivamente versato al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Modalità di pagamento

Al fine di beneficiare del bonus fiscale 2020 per le ristrutturazioni delle aree verdi la Legge di Bilancio 2020 specifica che i pagamenti dovranno essere effettuati secondo specifiche regole, così come già previsto per tutte le delle detrazioni fiscali per lavori in casa.

Nel dettaglio, si potrà richiedere la detrazione del 36% Irpef e beneficiare del bonus verde esclusivamente qualora i pagamenti siano effettuati con strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni.

Come richiedere le detrazioni Irpef del bonus verde

Per poter beneficiare del bonus aree verdi 2020 sarà necessario inserire i dettagli relativi alle spese sostenute nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta di riferimento.

Il rimborso fiscale verrà riconosciuto in dieci quote annuali costanti e di pari importo: la detrazione dall’Irpef verrà ripartita a partire dalle imposte dei redditi dovute nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.